Comparativa Classic 04-2015
Rivista
Motociclismo
Anno
2015
Mese
04
4 €

Modelli

Bmw R nine T 2015

Harley-davidson Sportster Iron 883 XL 2013

Sezione
Custom & Cruiser
In breve
La 883 è la moto d’accesso alla gamma Harley, dotata del classico V2 raffreddato ad aria pastoso nell’erogazione ma poco potente, dotato di iniezione elettronica a partire dal 2007. Sostanzialmente invariata negli anni, si declina in diversi allestimenti, diversi in finiture e design ma identici sotto il profilo tecnico. La Iron ha sovrastrutture ridotte al minimo, con gruppi ottici posteriori inglobati nelle frecce a LED e sella monoposto, le cromature inoltre lasciano il posto a finiture nere opache. Low e Superlow fanno leva sull’altezza della sella, ancora più bassa e in grado di mettere a proprio agio anche i piloti più minuti. La R ricalca nello stile le moto da flat track americane, l’immagine è sportiva ma le prestazioni (meno di 40 CV rilevati) sono allineate a quelle delle sorelle. La Custom ha un look classico con abbondanti cromature, il manubrio alto è comodo in città ed extraurbano ma in autostrada stanca in fretta.
 
Pregi
Carattere motore - Cura costruttiva - Luce in curva
Difetti
Sospensioni rigide - Funzionamento ABS

Kawasaki W800 2015

Moto Guzzi V7 II Stone 2014-2016

Sezione
Vintage
In breve
Pregi
Equilibrio ciclistica - Sicurezza attiva (ABS + TC) - Carattere motore
Difetti
Leve a pedale mal rifinite e scomode - Tiro ai bassi regimi - Comando gas duro

Triumph Bonneville 2008-2016

Sezione
Naked
In breve
Dopo l’aggiornamento all’Euro 3 nel 2008, Triumph rinnova completamente la Bonneville nel 2009 con un’estetica che richiama gli stilemi anni 70, con parafanghi accorciati e cerchi in lega. Rispetto alla generazione precedente cambiano le geometrie di sterzo e la Bonnie risulta più agile e pronta tra le curve, merito anche del cerchio anteriore da 17” e al peso ridotto di 11 kg. Il motore è fluido e si esprime al meglio tra i 2.000 e i 7.000 giri e invita a inanellare le marce una dopo l’altra per sfruttare al meglio la schiena poderosa e dolce. Nel panorama positivo stonano le sospensioni, economiche e poco confortevoli, specie dietro, e la strumentazione essenziale e imprecisa (a 150 km/h indicati si viaggia a poco più di 137 km/h).
Pregi
Motore - Maneggevolezza - Frenata
Difetti
Sospensioni rigide - Strumentazione - Dotazione

Yamaha XJR1300 Racer 2015

Yamaha XV950R 2015

Ducati Scrambler Icon 2015-2018

Sezione
Vintage
In breve
Nel 2015 Ducati rispolvera un modello iconico presentando la Scrambler 800, una moto leggera e divertente con linee ispirate al passato ma al passo coi tempi grazie a un’elettronica completa e a una componentistica di prim’ordine. Il motore raffreddato ad aria deriva da quello della Monster e per il tipo di moto è fin troppo sportivo: sotto i 2.000 giri strappa, ha un marcato effetto on/off che disturba in città e ha consumi nella media. La ciclistica è svelta e permette di divertirsi anche senza raggiungere velocità stellari, la posizione di guida è comoda e grazie al manubrio largo ci si muove bene anche in città. Le numerose versioni vanno incontro ai diversi gusti: la Icon è la più essenziale, con cerchi in lega e serbatoio tradizionale, la Classic mette sul piatto cerchi a raggi, serbatoio arancione con banda nera in cima, parafanghi in metallo e sella marrone, la Urban Enduro è una vera “combattente da città”, monta pneumatici tassellati, parafango alto, grata parasassi sul fanale anteriore, manubrio con traversino, paracoppa in alluminio e colorazione verde scuro, la Full Throttle, infine, richiama il mondo del flat track con grafica gialla/nera opaca, manubrio basso a sezione variabile e scarico Termignoni omologato.
Pregi
Maneggevolezza - Facilità di guida - Finiture molto curate
Difetti
Effetto on/off - Sound poco coinvolgente - Scarsa visibilità del contagiri